Confini

0
152
Ecologia profonda confini Francesca Bonini

Il mondo verde è la nostra casa.

Al confine tra questa e la distesa della vita urbana avviene quel movimento silenzioso e profondo di cuore e di piedi i quali sanno dove andare. Infatti si tratta di un “ritorno”.

Alla Terra, alla nostra Terra sacra.

Qual è il suo futuro, come e quanto l’abbiamo cambiata? come risanarla?

Nei passi del “ritorno”, dolci per la gratitudine, risuonano le domande.

There is a place where the town ends
and the fields begin.
It’s not marked but the feet know it,
also the heart, that is longing for refreshment
and, equally, for repose.

Someday we’ll live in the sky.
Meanwhile, the house of our lives is the world.
The fields, the ponds, the birds.
The thick black oaks — surely they are the
children of God.

The feistiness among the tiger lilies,
the hedges of runaway honeysuckle, that no one owns.Where is it? I ask, and then
my feet know it.

One jump, and I’m home.

“Boundaries” di Mary Oliver  from “Red Bird: poems”

Articolo precedenteVedere le cose per come saranno
Articolo successivoBuon 2020 con la Permacultura!
Francesca Bonini
Nata e vive a Roma.Lavora nella relazione di cura come Terapista Occupazionale in ambito riabilitativo con disabilita' intellettiva, con particolare interesse riguardo ad "Arte e disabilità "; - ha conseguito il diploma in tecniche erboristiche coltivando la conoscenza "stupita" del mondo vegetale; appassionata di letteratura e illustrazione per ragazzi, la cui specificità è l 'arte magica di tenere unite immagine e parola,ha partecipato al Progetto "Nati per Leggere" con Laboratori di lettura ad alta voce per bambini;ha conseguito il corso di formazione triennale in ArteTerapia , con indirizzo arti visive, foto e video, presso la" Nuova associazione europea per le Arti Terapie" di Roma; studi e ricerca personale rivolti a " creatività femminile " e "resilienza" l' hanno avvicinata alla pittura e alla poesia; con lo studio del pensiero di Bateson e l' incontro con il Lavoro di J. Macy ha potuto avvicinarsi con gratitudine all'Ecologia del Profondo . - "Il più piccolo granello di polvere è intimamente connesso con l 'intero sistema solare e tutti gli esseri viventi si aggrappano alla stessa formidabile spinta" Bergson.