Raccolta fondi per un viaggio in Siberia dagli sciamani ereditari

0
248

Vorrei raccontarvi la mia storia: per 3 anni io e la mia compagna abbiamo sostenuto materialmente la nostra famiglia con due figli svolgendo ogni nostra attività lavorativa in economia del dono ovvero affidandoci per il compenso del nostri servizi totalmente alle generosità dei donatori.

In questi tre anni abbiamo lasciato la nostra casa, i nostri lavori stanziali, la scuola del nostro figlio maggiore, ci siamo liberati di quasi ogni bene materiale ed abbiamo vissuto di ospitalità gratuita di oltre 200 famiglie in viaggio, in Italia ed in Asia. Sono stati gli anni in cui abbiamo vissuto il massimo dell’abbondanza di relazioni, esperienze di grande valore e benessere materiale.

Ho potuto sperimentare che il non attaccamento alla visione di scarsità interiore sia un generatore di grande abbondanza sociale e con questo spirito mi apro a ricevere con grande gratitudine le donazioni di chiunque voglia supportare con il cuore il mio progetto di questo viaggio.

Il mondo ha bisogno di una visione che considera la MadreTerra capace di Sentire, in Lei ci sono tutte le soluzioni per le nostre anime e i nostri corpi, per il nostro futuro e per i nostri discendenti. Siamo tutt’uno con il suo spirito ed il suo corpo. Ritengo che gli sciamani siano un canale potente per parlare ed intenderci con Madre Terra. Ecco perché faccio questa raccolta fondi. Perché gli altri possano aiutarmi in questa crescita interiore che porti i suoi frutti nel mondo attraverso il mio lavoro.

Negli ultimi 5 anni conduco workshop in cui accompagno i partecipanti a costruire il proprio Tamburo Sciamanico. Sebbene il mio mestiere di musicista e musicoterapeuta svolto da ormai 25 anni fosse meraviglioso e di successo, si imponeva nella mia vita il bisogno di integrare qualcosa di più “vasto”. Sembrava che tutto mi volesse portare ad interessarmi di sciamanesimo.

laboratorio tamburo sciamanicoIn questi 5 anni sempre più persone hanno chiesto, senza che io avessi mai pensato a questo, di essere guidate da me nel processo di visione e realizzazione del proprio Tamburo Sacro che, solo in un secondo momento, ho compreso quanto fosse stato loro d’aiuto per cambiare le loro vite. Beneficerò personalmente, di questa raccolta fondi ma con questo viaggio da apprendista sciamano in realtà imparerò come essere al meglio al servizio di tutti coloro che continueranno a rivolgersi a me per la propria crescita interiore grazie alla costruzione del proprio tamburo.

Il viaggio sarà a Novembre nella regione del lago sacro Baikal in una delle aree siberiane con la maggiore concentrazione al mondo di cultura sciamanica. In questo vero e proprio tour iniziatico di un pugno di ricercatori, incontreremo potenti sciamani ereditari di tradizione Buriate. L’ideatrice del viaggio è Selene Calloni Williams una profonda conoscitrice dello sciamanesimo siberiano.

Ecco il link per fare la donazione:
https://www.gofundme.com/f/viaggio-in-Siberia-dagli-sciamani-ereditari

Anche gli sciamani Siberiani offrono il loro servizio in cambio di un’offerta libera, la mia intenzione è poter fare laute donazioni agli sciamani per sostenere generosamente la loro missione.

Chi realizza il proprio meraviglioso sogno sta manifestando anche la realizzabilità del mondo dei sogni di tutti. In questo senso sta dando il più grande contributo all’umanità che si possa immaginare. Il mondo dei sogni è l’unico mondo reale, non poter vivere il proprio sogno è vivere una realtà totalmente illusoria e fittizia che va ad alimentare un mondo fittizio collettivo.

Essere testimone del conseguimento del sogno di un’altro, non toglie sostegno al proprio, anzi fa da propulsione a realizzare il proprio.
Il proprio sogno e quello degli altri si sono dati appuntamento in un tempo che l’universo ha già stabilito. E se il proprio sogno non incontrerà quello degli altri sarà un sogno più triste.

Quindi se ognuno sostiene tutti coloro che si focalizzano senza vergogna a non essere latitante nei confronti della chiamata al proprio sogno, il mondo non potrà fare altro che migliorare.

La moltitudine di donazioni, siano esse piccole o grosse cifre, sono un tipo di sostegno capillare che mi restituisce un vero senso di appartenenza ad una collettività che riconosce nel dono, anziché nel commercio, la forma di economia più pura e sacra.

Il donare è la forma di economia che meglio connette i cuori delle persone, grazie ad un processo di moltiplicazione esponenziale dell’amorevole energia dell’abbondanza.

È una liberazione poter sentire sgretolarsi dentro di me la credenza di non essere meritevole dell’abbondanza materiale senza aver prima obbedito al senso del dovere che vede il lavoro soprattutto come una forma di rinuncia e sacrificio al piacere di vivere. Questo paradigma di scarsità e separazione, comunemente accettato nella realtà convenzionale, sembra essere il mezzo principale attraverso cui ottenere ogni tipo di vantaggio privato. Questa è per me una visione di schiavitù interiore che continua ad alimentare chi inconsapevolmente si presta a svolgere lavori che non gli piacciono per ottenere denaro in cambio.

Le donazione che ricevo sono nulla di più di ciò che l’Universo ha stabilito per tutto quello che ho donato fino ad oggi al mondo e ciò che donerò in futuro. L’ Universo ad un livello divino sa come pareggiare i conti senza possibilità d’errore a prescindere di quello che la nostra razionalità possa riuscire a comprendere.

Anche chi mi ha inviato parole di benedizione o augurio ha contribuito a rendere il mio viaggio mille volte più ricco e speciale! Ho sentito stringersi tutt’intorno a me un cerchio d’amore la cui intensità mi ha fatto sentire come se avessi messo le dita nella corrente. E giorno dopo giorno tutto questo mi sta aiutando a vivere una profonda gratitudine verso la bontà del genere umano!

Ti è piaciuto questo articolo? Se vuoi contribuire inviando il tuo articolo clicca qui